Plexiglass, come pulire il materiale più versatile e trasparente di sempre

list In: Mode e tendenze

Immesso sul mercato per la prima volta nel 1933, il plexiglas è il materiale più versatile dello scorso secolo, flessibile e durevole nel tempo. Un’alternativa al vetro, leggera e infrangibile, utilizzato per gli usi più disparati: tecnologia, trasporti, nel campo dell’arte, teche espositive, come quelle prodotte da Ecometa. Come ogni materiale, tuttavia, è necessario salvaguardarne la bellezza e l’integrità, facendo attenzione a come pulirlo.

Ecco dunque alcuni consigli per la manutenzione e la pulizia del plexiglass. Ad esempio, per togliere la polvere o delle macchie di sporco dalle superfici in metacrilato, potresti usare un compressore, dirigendo l’aria lateralmente e non con erogazione diretta. Per terminare l’operazione, potrai poi utilizzare un panno bagnato con acqua tiepida, evitando di fare troppa pressione sulla superficie.

Come eliminare invece eventuali macchie di grasso, olio o impronte digitali fastidiose che intaccano la trasparenza, ad esempio, della vostra teca? Utilizzando un panno o una spugna pulita (e preferibilmente nuova) e immergendola in acqua tiepida con poco sapone. Evitate anche in questo caso di usare spugne con parti che potrebbero graffiare il plexiglass, così come di apporvi troppa pressione. Allo stesso modo, non usate sostanze abrasive.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Nuovo Account

Hai già un account?
Accedi o resetta la password